Monthly Archives: Novembre 2013

22 Novembre 2013 – Il silenzio della neve

Giuseppe Filidoro "Il silenzio della neve" 22 novembre 2013, Villa Rina, ore 21.00 Lettore: Luca Simioni Musiciste: Alessandra Dotto - Flauto traverso Alessandra Marconato - Pianoforte Descrizione evento: Il silenzio della neve è una sottile analisi psicologica, Giuseppe Filidoro sottolinea il significato ed il valore del silenzio, della natura circostante e di ogni essere, toccando così i lati oscuri della nostra anima, con l’intento di favorire nel lettore una riflessione profonda e graduale su quanto di più nascosto affolla la mente ed il cuore. Un delicato scorrere delle stagioni, in cui si ritrova il mondo contadino della nostra terra con la sua ironia e i suoi tempi, il sapore di una saggezza mai dimenticata e tutta da scoprire, momenti che corrono sul filo della melodia delle reminiscenze. Un romanzo introspettivo, quasi un’esplorazione di ciò che è la vita umana nella trappola che il mondo è diventato e la doppia valenza tra morte fisica, trasformazione ed evoluzione interiore. Senza il silenzio mancano le condizioni per ascoltare ed ascoltarsi . Nel rumore questo ...

15 novembre 2013 – a ruota libera

Federico Grandesso "A ruota libera" - 30.000 kilometri con il cancro alle spalle 15 novembre 2013 TORRE DI MALTA ore 21.00 Presentazione: Wendy Muraro Musicisti: Stefano Sottovia - chitarra Davide Pela - chitarra Simone Bega - Voce DESCRIZIONE EVENTO Il protagonista di questa storia è Federico Grandesso, 45 anni, originario di Dolo ma da 30 anni residente a Badia Polesine. Una grave malattia colpisce Federico a 33 anni, lui non molla, combatte e sconfigge il male, si appassiona alla bicicletta e pedala, pedala, pedala finché non decide si raccontare la sua storia in un libro “A ruota libera. 30.000 km con il cancro alle spalle” edito da Alberto Brigo editore. La bicicletta dunque è un pretesto per raccontare. «Il mio libro è nato proprio dal desiderio di parlare di una parola tabù come il cancro. Una parola che genera nelle persone che l’ascoltano, il senso della fine, il senso della morte. Io cerco nel mio piccolo di sfatare questa cosa, perché se è vero che il cancro miete le sue vittime è altrettanto ...